Quali sono le cause delle difese immunitarie basse

Home E Quando usarlo E Difese immunitarie E Quali sono le cause delle difese immunitarie basse

Quali sono le cause delle difese immunitarie basse

Stanchezza continua e raffreddori ricorrenti possono essere un campanello di allarme: sono infatti tra i sintomi di un sistema immunitario in difficoltà. Da cosa dipende questa condizione? Ecco le cause principali di difese immunitarie basse.

A cosa serve il sistema immunitario

Il sistema immunitario è l’insieme di organi e di cellule altamente specializzate che ha il compito di difendere l’organismo da agenti patogeni, come virus e batteri e, grazie alla creazione di una barriera difensiva, ci permette di vivere in salute, al riparo dalle minacce che si presentano quotidianamente.

Per difendere il corpo dagli invasori, il sistema immunitario deve essere in grado di riconoscere gli antigeni dei microrganismi estranei potenzialmente dannosi per l’organismo. Riconosciuti gli invasori si avvia la normale risposta immunitaria: in questa fase, alcune cellule (i linfociti B) producono anticorpi, particolari proteine che si legano all’antigene (per esempio un virus o un batterio) e lo neutralizzano.

Quali sono i sintomi delle difese immunitarie basse?

Come abbiamo visto, il sistema immunitario ha il ruolo fondamentale di proteggere il nostro corpo dalle minacce per consentirci una vita in salute. Purtroppo, però, può succedere che si registri un abbassamento delle difese immunitarie, che porta il nostro corpo a essere più predisposto a contrarre malattie e infezioni.

Quando le difese immunitarie sono deboli, il nostro organismo ci invia alcuni “segnali”. Vediamo come capire se le difese immunitarie sono basse.

  • I sintomi più comuni sono gli stati di malattia ricorrenti, composti principalmente da raffreddore, febbre e mal di gola che, se ripetuti con una certa frequenza, possono indicare un indebolimento del sistema immunitario.
  • Anche la stanchezza, la debolezza e i dolori muscolari frequenti possono essere collegati al malfunzionamento delle difese immunitarie. Oltre a questi sintomi, nei soggetti con basse difese immunitarie si registra anche una difficoltà a concentrarsi e una possibile presenza di segni come herpes e sfoghi cutanei.
  • Infine, un possibile effetto si osserva nei disturbi intestinali.

Quali sono le cause delle difese immunitarie basse?

Esistono diverse condizioni psicofisiche che possono indebolire le nostre difese. Innanzitutto, si possono distinguere due tipi di cause:

  • immunodeficienze primarie, dovute a difetti funzionali nel sistema immunitario e presenti fin dalla nascita (in genere genetiche);
  • immunodeficienze secondarie, dovute a circostanze perlopiù esterne, che compromettono la funzionalità del sistema immunitario per un periodo di tempo definito.

In generale, i fattori che contribuiscono all’indebolimento del sistema immunitario possono essere molteplici. Vediamo ora le cause principali dell’abbassamento delle difese immunitarie.

Malattie autoimmuni

Abbiamo compreso che, per mantenere il proprio organismo in salute, il sistema immunitario deve riconoscere i microrganismi pericolosi per attaccarli. Il riconoscimento avviene attraverso specifici segnali che il nostro sistema immunitario riconosce come estranei: gli antigeni. Questi antigeni, però, sono presenti anche nelle cellule dei tessuti, ma generalmente il sistema immunitario li riconosce come parte del nostro organismo e quindi non reagisce.

Talvolta, però, un’alterazione del sistema immunitario induce quest’ultimo a riconoscere i propri tessuti come estranei e a produrre anticorpi (definiti autoanticorpi) che attaccano cellule e tessuti dell’organismo. Questa risposta, la reazione autoimmune, produce infiammazione e danno ai tessuti dell’organismo e può portare a una vera e propria malattia autoimmune. Esistono molte malattie autoimmuni, fra le più diffuse vi sono la malattia di Graves, l’artrite reumatoide, la tiroide di Hashimoto e il diabete mellito di tipo 1.

Terapie farmacologiche

Tra le cause legate alle terapie farmacologiche troviamo l’abuso di antibiotici: l’uso eccessivo di questi medicinali, infatti, può ridurre anche la presenza di quei batteri intestinali che sono utili al funzionamento del nostro organismo.

Età

L’età è uno dei fattori che causano indebolimento del sistema immunitario, soprattutto per due categorie: gli anziani e i bambini.

  • Anziani: con l’avanzare dell’età si va incontro anche al naturale invecchiamento dell’organismo, che comporta la perdita dell’efficacia del sistema immunitario, per una serie di elementi concatenati. Innanzitutto, con l’invecchiamento la capacità del sistema immunitario di identificare gli antigeni (agenti estranei) si riduce e, di conseguenza, rende più comuni le malattie autoimmuni, di cui abbiamo parlato precedentemente.
  • Bambini: quando i neonati nascono ricevono alcuni anticorpi dalla placenta e, in seguito, dal latte materno. Gli anticorpi materni li proteggono dalle infezioni fino a che il loro sistema immunitario non si sviluppa completamente (il che accade al compimento dei 4-5 anni di età). Ne consegue che fino ai 4-5 anni il bambino ha un sistema immunitario ancora non maturo e perciò è predisposto a contrarre malattie da raffreddamento, per esempio, con elevata frequenza.

Stress

Quando si presentano fattori che ci rendono stressati a livello psicofisico, il sistema immunitario ne risente e la sua funzione difensiva diventa meno efficiente.

Stile di vita poco sano

Condurre uno stile di vita sano è uno dei rimedi più sottovalutati, ma anche tra i più efficaci per mantenere in salute il proprio organismo. In particolare, tra le cause che diminuiscono il giusto funzionamento del sistema immunitario troviamo il fumo e l’alcool, che danneggiano l’organismo, soprattutto se consolidate come abitudini. Oltre a queste, anche la sedentarietà si classifica come fattore negativo per le difese immunitarie, così come il poco sonno.

Carenze nutrizionali

Una delle cause più frequenti che provocano l’indebolimento delle difese immunitarie deriva da carenze nutrizionali, che a loro volta dipendono da un’alimentazione inadeguata, come una dieta povera di micro e macro nutrienti necessari al sostentamento dell’organismo, per esempio le vitamine.

Fattori ambientali

Infine, nelle cause elencate si trovano anche i fattori ambientali. In particolari in alcuni periodi dell’anno come i cambi di stagione o periodi con sbalzi di temperatura repentini è più facile ammalarsi. Con l’arrivo del freddo ci si ammala più spesso, ma in realtà non è questo a causare influenza o raffreddore. Allora perché ci ammaliamo più spesso? Questo dipende non tanto dalle temperature basse, ma è dato dal fatto che d’inverno viviamo molto di più all’interno di spazi chiusi, riscaldati e quasi sempre poco arieggiati. In più, il freddo indebolisce il movimento della ciglia delle cellule delle vie aeree, deputate ad espellere particelle nocive.

Quali sono i rimedi per le difese basse?

I classici accorgimenti funzionano per i casi più comuni di abbassamento delle difese immunitarie. Per le patologie più complesse, invece, è il medico che provvederà ad individuare la cura adeguata sulla base della condizione personale del paziente. Per facilitare la messa in atto di quei comportamenti sani raccomandati, vediamo alcuni rimedi per aiutare il sistema immunitario.

Il rimedio più semplice è condurre uno stile di vita sano: no a fumo, alcol e giornate sregolate. Il riposo è molto importante, dormire regolarmente è di aiuto al sistema immunitario. È bene poi cercare di praticare attività fisica con costanza durante la settimana e in generale, se si svolge un lavoro sedentario, muoversi spesso. Lo stress psicofisico, poi, è un potente fattore di indebolimento del sistema immunitario e va perciò evitato il più possibile.

Oltre a questi accorgimenti, si consiglia caldamente di seguire una dieta sana ed equilibrata, ricca di nutrienti che rivestono un ruolo importante per quanto riguarda il supporto delle difese immunitarie. Questi nutrienti sono per lo più vitamine e minerali, come la vitamina C, , la vitamina D, il ferro, lo zinco e il selenio.

Alcune vitamine e nutrienti, però, possono risultare carenti con la semplice alimentazione: in questi casi si può ricorrere a integratori specifici per le difese immunitarie, ideati appositamente per supportare il sistema immunitario.

Bibliografia

Manuale MSD (1)
Manuale MSD (2)
Harvard Health Publishing
PubMed

Resvis Forte XR

Resvis Forte XR

Favorisce le difese naturali dell’organismo, anche in caso di sintomi influenzali e raffreddore.

Resvis XR

Resvis XR

Contribuisce alla normale funzione del sistema immunitario e alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo.

Resvis Fluid XR

Resvis Fluid XR

In caso di tosse grassa