Resvis

Faringite

Infiammazione di prevalente origine virale

La faringite è una infiammazione delle mucose dell’orofaringe che provoca gonfiore e sensazione di dolore e fastidio alla gola. Una condizione che frequentemente rende dolorosa anche la deglutizione. Si stima che più un terzo delle visite al pronto soccorso per faringite, riguardino pazienti di età inferiore ai 15 anni. La maggior parte dei casi di faringite si verifica nei bambini sotto i 5 anni

 

Che cosa la causa?

L’origine del disturbo è per lo più di tipo infettivo, dove batteri o virus sono i responsabili di una invasione diretta della mucosa faringeale che scatena la reazione infiammatoria dell’organismo. Nella maggior parte dei casi la faringite (tra il 50% e l’80%) è di origine virale. I principali virus coinvolti sono rhinovirus, influenza virus, adenovirus, coronavirus e virus parainfluenzali. Meno frequentemente la causa può essere ricondotta ad altri virus come Herpes Virus, il virus di Epstein-Barr, o HIV. La faringite può essere anche di origine batterica, che può essere evoluzione di una iniziale infezione virale. Più raramente si verifica a causa di allergie, traumi, cancro, reflusso o reazione a tossine.


Tra i disturbi che possono essere associate alla faringite ci sono:
 

  • Raffreddore 
  • Influenza
  • Disfagia
  • Tonsillite
  • Clamidia o gonorrea
  • Infezioni da Streptococco A
  • Infezioni da Coxsackie
  • Tumefazione del collo
  • Mononucleosi
  • Otalgia

 

Quali sono i sintomi associati alla faringite?

Le manifestazioni cliniche tipiche della faringite sono dolore, edema ed arrossamento della gola. A queste si possono aggiungere:

  • Febbre
  • Infiammazione delle tonsille (con essudati purulenti)
  • Adenopatia cervicale
  • Dolore alle orecchie
  • Dolore alla deglutizione

Se di origine virale, i sintomi associati spesso includono anche tosse, rinorrea, congiuntivite, mal di testa e sfoghi cutaneiI sintomi della faringite possono essere parte di un più complesso insieme di manifestazioni riconducibili ad altre malattie, come ascessi peritonsillari o retrofaringei, epiglottite o disturbi rari come la malattia di Kawasaki. 


Una faringite di origine infettiva e senza complicazioni
presenta un decorso che può variare dai 5 ai 7 giorni.

 

Come viene trattata?

L’utilizzo di antibiotici si rende necessario solo in caso di infezione batterica. In genere il trattamento di faringiti senza complicazioni si concentra sull’obiettivo di alleviare i sintomi fino alla loro scomparsa. Possono quindi essere d’aiuto antinfiammatori, decongestionanti, eventualmente anche l’uso di un umidificatore per evitare di respirare aria troppo secca.

Se però la faringite non si risolve nell'arco di qualche giorno, e si associa a febbre alta, linfonodi del collo ingrossati o eczema è necessario un consulto medico. 

 

Bibliografia

Robert W. Wolford , Amandeep Goyal , Shehla Yasin Belgam Syed, Timothy J. Schaefer. Pharyngitis. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2020 Jan. 2020 May 22. PMID: 30137834 NBK519550



torna all'elenco DISTURBI

Trova i rivenditori RESVIS XR più vicini a te.

clicca qui