Consigli utili
Home E consigli E Come scegliere i giusti integratori per le difese immunitarie

Come scegliere i giusti integratori per le difese immunitarie

In generale, assumere integratori può essere salutare e aiutare il nostro organismo a supportare le difese immunitarie – ma bisogna sempre prestare molta attenzione nella scelta degli integratori che si vuole assumere, consultandosi con il proprio medico per trovare quello più adatto alle proprie esigenze e alle richieste del proprio fisico.

Il nostro organismo, infatti, ha bisogno di diverse sostanze nutritive nel corso della giornata, dai macronutrienti in grado di apportare il fabbisogno calorico di cui abbiamo bisogno per il nostro metabolismo, ai micronutrienti che servono per tantissime funzioni, reazioni e per sostenere il nostro sistema immunitario. Non abbiamo bisogno soltanto di carboidrati, proteine e grassi, che apportano la grande maggioranza del nostro fabbisogno calorico giornaliero, ma anche di vitamine e minerali, che vengono definite “micronutrienti” perché devono essere assunte in piccole quantità ma sono indispensabili per il buon funzionamento dell’organismo e delle nostre difese immunitarie.

Non sempre riusciamo ad apportare questi nutrienti con la semplice dieta, e quindi in questi casi può essere utile assumere il giusto integratore.

A cosa servono gli integratori alimentari

Per sostenere il benessere del nostro organismo, per favorire una crescita e uno sviluppo corretto, in grado di sostenerci in tutte le nostre attività, oltre che per supportare le nostre difese immunitarie, è fondamentale seguire un’alimentazione quanto più corretta. Il punto di partenza è quindi una dieta equilibrata e variegata, quindi basata sul giusto apporto di tutto ciò di cui il nostro organismo ha bisogno, tramite il giusto bilanciamento di frutta, verdura, cereali, carne, pesce e quant’altro, che apportano: acqua, vitamine, sali minerali, proteine, carboidrati (zuccheri e amidi), grassi.

Ogni elemento (macro o micro nutriente) svolge una funzione specifica nel nostro organismo, ma tutti loro contribuiscono al sostegno energetico e al mantenimento – per esempio rigenerando molecole e cellule che vengono consumate o eliminate nel corso della giornata. In parte, questo sostegno può arrivare dal nostro stesso organismo. Tuttavia alcuni elementi chimici essenziali, come ad esempio il calcio, il sodio, il potassio e il ferro, devono essere assimilati tramite la dieta.

Non sempre però si riesce a integrare tutti questi elementi con l’alimentazione – un po’ perché non seguiamo la giusta dieta, un po’ perché il nostro fisico potrebbe non riuscire ad assimilarli correttamente dagli alimenti. Per questo possono essere utili gli integratori che, come indica il nome stesso, sono sostanze nutrienti che vanno ad integrare l’alimentazione.

Gli integratori, in generale (anche se ne esistono diverse tipologie) possono essere considerati un “concentrato” di elementi essenziali, come vitamine, sali minerali e altri, molti dei quali di origine vegetale; sono in genere consigliabili in situazioni particolari, come quei casi in cui si soffre di una carenza di determinati elementi – vitamine, sali minerali, proteine, omega 3, calcio e magnesio – o, per altri integratori, nei casi in cui si voglia supportare il metabolismo o la funzione muscolare. Ma possono anche servire a sostenere le difese immunitarie, renderle più forti e resistenti per aiutarci a contrastare problematiche come lo stress ossidativo e i malanni di stagione.

Parlando di integratori, è bene ricordare che:

  • non sono medicinali e possono quindi essere acquistati senza ricetta
  • è sempre consigliabile avere il parere del proprio medico, soprattutto se si sta facendo per la prima volta uso di integratori.

Quali tipi di integratori ci sono?

Sono chiaramente disponibili tantissime diverse opzioni per gli integratori, che però non sono intercambiabili – uno non vale l’altro, e non si possono scegliere a caso o in base al prezzo. Bisogna invece seguire le indicazioni, del farmacista o del proprio medico, per trovare quello più indicato per i propri bisogni.

Non è solo importante quale integratore prendi ma anche la formulazione che deve essere stata pensata per far lavorare in sinergia le singole sostanze. Per esempio, il ferro: da solo il corpo non riesce ad assorbirlo in maniera ottimale, per farlo è necessario che ci sia della vitamina C a supporto, perché altrimenti la maggior parte della sostanza non verrebbe assimilata. Questo principio vale per la maggior parte delle vitamine, che per essere assimilate necessitano di specifici cofattori che ne aiutano l’assorbimento e l’efficacia.

Ecco le principali categorie di integratori alimentari:

  1. Integratori energetici: sono pensati principalmente per fornire un’adeguata integrazione energetica e in genere composti da zuccheri semplici e altri elementi integrati con vitamine del gruppo B e con la vitamina C;
  2. Integratori proteici e a base di aminoacidi: sono in genere molto usati da chi pratica sport perché possono essere utili per sostenere la normale funzione muscolare. In genere possiamo identificare tre classi di prodotti: a base di aminoacidi ramificati, ad esempio la creatina. Soprattutto per questo tipo di integratori è consigliato consultare il parere del proprio medico;
  3. Integratori idrosalini: sono quelli forse più diffusi, possono aiutare a raggiungere il dovuto fabbisogno di sali minerali in particolare dopo l’attività sportiva e in caso di sforzi intensi o prolungati, oltre che per chi suda molto (e quindi utili in particolare in estate);
  4. Integratori vitaminici e multivitaminici: sono a base di una singola vitamina o più d’una, e servono a integrare le vitamine che non vengono correttamente assimilate o assunte nel modo giusto. Le vitamine hanno anche un potere antiossidante, per cui possono essere utili per supportare il sistema immunitario e proteggere le cellule dallo stress ossidativo;
  5. Integratori nutrizionali: in questa categoria possono rientrare tutti gli altri integratori che offrono un sostenimento nutrizionale.

Cosa bisogna guardare prima della scelta?

Ecco alcuni consigli che possono essere utili nel momento in cui si sceglie l’integratore giusto per le proprie esigenze:

  • leggere sempre gli ingredienti. L’efficacia di un integratore dipende molto dalla sua composizione e dagli ingredienti, che possono essere scritti sia alla voce “Ingredienti”. L’integratore dovrebbe essere scelto sulla base delle proprie specifiche esigenze in termini di ingredienti ed elementi da assimilare, per questo è così importante controllare la formulazione;
  • controllare cosa dicono i claim approvati per quegli ingredienti; i claim sono le frasi, approvate, che vengono utilizzate per descrivere proprietà ed effetti fisiologici di un prodotto. In Europa i claim devono essere autorizzati dalla Commissione Europea che ne conferma la veridicità in base a una serie di studi scientifici verificati e approvati;
  • è importante la formulazione, equilibrata e bilanciata, degli ingredienti, e non il fatto che questi siano presenti in grandi quantità. Bisogna infatti considerare che il nostro organismo può metabolizzare solo determinate quantità di nutrienti, che in genere corrispondono a un intervallo tra il 30% e il 300% dei valori nutrizionali di riferimento. Questa è la quantità, generalmente, che può essere assimilata, mentre il resto viene eliminato attraverso le feci o le urine;
  • sempre attenersi alle indicazioni riguardanti le modalità d’uso, la frequenza d’assunzione e la dose raccomandata;
  • attenzione a non basare la scelta dell’eventuale integratore solo sul prezzo. Ovviamente è importante il giusto rapporto qualità/prezzo, soprattutto sulla base del prodotto più adatto per le proprie esigenze, ma ricordiamoci sempre che questi sono prodotti che possono avere effetti sul nostro organismo, per cui non sempre andare al risparmio può essere l’idea migliore.

La linea di integratori Resvis

Quando la dieta e uno stile di vita sano non bastano a supportare il sistema immunitario e ad apportare il fabbisogno giornaliero di nutrienti, si può pensare di ricorrere ad integratori.

Resvis è una linea di integratori alimentari formulata appositamente per aiutare le naturali difese dell’organismo, tutto l’anno, anche in caso di sintomi influenzali o raffreddore.

  • RESVIS FORTE XR – Favorisce le difese naturali dell’organismo, anche in caso di sintomi influenzali e raffreddore
  • RESVIS XR – Contribuisce alla normale funzione del sistema immunitario e alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo
  • RESVIS FLUID XR – In caso di tosse grassa
Resvis Forte XR

Resvis Forte XR

Favorisce le difese naturali dell’organismo, anche in caso di sintomi influenzali e raffreddore.

Resvis XR

Resvis XR

Contribuisce alla normale funzione del sistema immunitario e alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo.

Resvis Fluid XR

Resvis Fluid XR

In caso di tosse grassa